CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Musica e Discografia

Cerca nel blog

martedì 16 ottobre 2018

ROBERTA GIALLO: Prosegue l'"Astronave gialla world tour", il tour mondiale della cantautrice presto a Kiev e Istanbul.

ROBERTA GIALLO

"ASTRONAVE GIALLA WORLD TOUR"

Nuove date per l'"Astronave gialla world tour", il tour mondiale di Roberta Giallo, cantautrice marchigiana, naturalizzata bolognese. Dopo la prima tappa a Mosca, la cantautrice, autrice, performer teatrale, pittrice e scrittrice,  si prepara nuovamente a partire, portando con sé in questo viaggio le sonorità de "L'oscurità di Guillaume", il suo ultimo album.
Il 17 ottobre sarà a Kiev in Russia, il 13 novembre a Istanbul. 
Durante il Tour, realizzato grazie al sostegno di S'illumina, SIAE, il Ministero dei Beni Culturali, Corvino produzioni, Fonoprint, Visionnaire, l'AltopArlAnte ed il MEI, Roberta Giallo eseguirà i brani del suo ultimo album "L'oscurità di Guillaume" con il quale ha vinto gli All Music Italia Awards 2017 come miglior album. 

«Ho voluto intitolare questo tour "Astronave gialla world tour", perché ho sempre inteso la musica come un viaggio spazio-temporale: emotivo, psicologico, spirituale… un'occasione per raggiungere mete lontane, sconosciute, imprevedibili. 
In giro per il mondo porterò me stessa, le mie visioni, la mia interiorità, e le mie canzoni, che sono la mia storia, il mio vissuto, ma anche i tanti pianeti creati dalla mia immaginazione. Ebbene, io e il mio pianoforte, che è da sempre il mio amico del cuore e il mio motore in un certo senso, stiamo per decollare! Sono grata, felice, piena d'entusiasmo, e pronta darmi completamente al pubblico che incontrerò, e a "raccogliere" tutta la bellezza e la meraviglia che ogni viaggio mi regalerà, nutrendo la mia ispirazione. Grazie infinite a tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo, un altro sogno si è materializzato!» Roberta Giallo.

"L'Oscurità di Guillaume" è un concept album che racconta di una storia d'amore travagliata vissuta tra la realtà e "il mondo virtuale". Con la sua vocalità raffinata e suggestiva, la cantautrice, intraprende un viaggio interiore che ripercorre un capitolo della sua vita. 

«"L'Oscurità di Guillaume" è un disco ispirato e senza tempo che indaga sull'amore archetipico, tuttavia ho tratto ispirazione da un'esaltante e al tempo stesso burrascosa storia d'amore che ho vissuto personalmente. Ho scritto tutte le canzoni "calandomi" in un altrove dell'animo, cercando di connettermi con le emozioni nel loro stato più puro. Lo colloco in una specie di "Medio Evo Post-Atomico", un paesaggio dell'anima, molto oscuro, ma con una piccola luce guida». Roberta Giallo. 

Prima di partire per l'"Astronave gialla world tour"Roberta Giallo si esibirà sabato 29 settembre al MEI di Faenza, nella cornice del Teatro Masini, in qualità di ospite del "Premio dei Premi" riconoscimento con cui è stata premiata nel 2017. 

MoonLoverz - Il primo singolo di un nuovo album “conscious” e notturno: “Plenilunio”




Plenilunio è il primo e omonimo singolo del secondo album dei MoonLoverz, che contiene undici brani in libero movimento tra rap e R&B ed esce oggi per Greenline Label. 

I MoonLoverz sono Azure Stellar, Swelto, Soulcè ed ElDoMino: quattro artisti che vivono in altrettante città - rispettivamente Senigallia, Roma, Ragusa e Ascoli Piceno - e collaborano a distanza accomunati dall'amore per l'hip hop e da affinità artistiche e di gusto che rendono il loro stile uniforme e del tutto riconoscibile. Questo primo singolo ben rappresenta le atmosfere sognanti, notturne e gli umori romantici, intimi, che contraddistinguono l'album. Su una produzione musicale di Azure Stellar e Swelto si alternano le voci dei quattro artisti che danno vita a un rap musicale "conscious" dettato da un flusso di coscienza che si sposa con una propensione all'intimità. Strofe fitte di rime e di immagini, ritornello cantato e una struttura del brano studiata per equilibrare la presenza di tutti e quattro i componenti di un gruppo a cui non interessa avere un leader. L'immagine predominante nel testo vede gli artisti affacciati alla finestra mentre guardano una luna enorme: da qui nascono pensieri e riflessioni, personali e non, oltre al titolo del brano e del disco.

Il video, diretto da Nicola Corradino, è stato girato di notte a Bologna, luogo ideale di incontro per i MoonLoverz per la sua storia di città crocevia di giovani provenienti da tutta Italia. 



THE MAGIC DOOR album d'esordio di Giada Colagrande, Vincenzo Zitello e Arthuan Rebis

THE MAGIC DOOR
In uscita il 16 ottobre in italia

L'album d'esordio di Giada Colagrande, Arthuan Rebis e Vincenzo Zitello

Concerti:
sabato 19 ottobre, The Sanctuary di Roma
venerdì 26 ottobre, Teatro Magnani di Fidenza (PR)
mercoledì 7 novembre, Spirit di Milano

 

Esce il 16 ottobre in Italia e il 31 ottobre all'estero per l'etichetta In The Morningside Records, The Magic Door, l'album d'esordio dell'omonimo trio formato da Giada Colagrande (regista, attrice, cantautrice), Arthuan Rebis (compositore, cantautore e polistrumentista) e Vincenzo Zitello (maggiore arpista italiano, compositore e polistrumentista), che ha curato gli arrangiamenti.

 

Tre i concerti previsti per la presentazione ufficiale di The Magic Door: il 19 ottobre al The Sanctuary di Roma, il 26 ottobre al Teatro Magnani di Fidenza (PR) e il 7 novembre allo Spirit di Milano.

 

Pur essendo ascrivibile al folk esoterico, sia per le sue scelte stilistiche che per il concept generale, The Magic Door trae ispirazione anche da sonorità folk britanniche, celtiche, mediterranee e orientali, tracciando una poetica peculiare al di là delle connotazioni, nella quale si collocano le 9 tracce, tutte originali, che compongono l'album.

 

"The Magic Door – dichiarano Giada Colagrande e Arthuan Rebis - è un progetto che attinge a un immaginario mitologico, da tradizioni sapienziali senza tempo. La sua attualità risiede nel mistero imperituro che la Porta Alchemica incarna". 

 

Il disco è, infatti, il risultato del loro personale viaggio attraverso l'archetipo stesso della "Porta Magica" e l'inesauribile immaginario evocato dalle sue epigrafi, dai suoi simboli e dai pianeti cui si riferiscono, conciliando tradizioni sciamaniche, miti arcaici e mondi onirici.

Unico cimelio alchemico in Italia, edificato dal marchese Massimiliano Palombara nella sua residenza, villa Palombara, centro vitale della Roma ermetica del Seicento, la leggenda della Porta Magica trae origine da un particolare aneddoto.

Un pellegrino, identificabile con l'alchimista Francesco Giuseppe Borri, dimorò per una notte nei giardini della villa alla ricerca di una misteriosa erba capace di produrre l'oro. Il mattino seguente fu visto scomparire per sempre attraverso la porta, ma lasciò dietro di sé alcune pagliuzze d'oro, frutto di una riuscita trasmutazione alchemica, e una misteriosa carta con simboli magici e sette epigrafi che dovevano contenere il segreto della pietra filosofale. Il marchese Palombara fece quindi incidere sulla porta il contenuto del manoscritto con i simboli e le sette epigrafi, certo che un giorno sarebbero stati decifrati.

 

Una leggenda, quella della Porta Magica, che si riverbera nelle 9 tracce dell'album. Il disco si apre con una Intro nella quale Arthuan Rebis, interpretando il marchese Palombara, narra dell'incontro con il pellegrino e della sua sparizione attraverso la porta.

I ritornelli dei 7 brani centrali coincidono con le 7 epigrafi della porta (tradotte in inglese dal latino). A ciascuna epigrafe corrisponde un pianeta, su cui si sviluppa il testo di ogni canzone: Saturnine Night, Jupiter's Dew, Water of Mars, Venus the Bride, Mercury Unveiled, Sun in a Flame, V.I.T.R.I.O.L.

Nell'ultimo brano (Epilogue), Vincenzo Zitello, interpretando il pellegrino, canta le sette epigrafi nella lingua originale, il latino, dalla dimensione oltre la porta.

 

The Magic Door è un omaggio a uno dei più affascinanti e misteriosi cimeli alchemici esistenti, le cui storie e leggende prendono vita attraverso le composizioni originali di Giada e Arthuan, che ne incarnano l'eterno enigma. Il disco vanta infine la collaborazione di Glen Velez, percussionista d'eccezione considerato il maggiore virtuoso e conoscitore di tamburi a cornice.

 

Credits:

Giada Colagrande: testi e musiche, voce.

Arthuan Rebis: testi e musiche, voce, chitarre, arpa celtica, nyckelharpa, bouzouki, esraj, hulusi, arrangiamenti e programming.

Vincenzo Zitello: arrangiamenti, arpa celtica, violoncello, viola, violino, flauti, theremin, lama sonora, santur, xaphoon, drones.

Glen Velez: percussioni.

Marco Cavanna: contrabbasso.

 

The Magic Door sono:

Giada Colagrande (regista, attrice, cantautrice)

Arthuan Rebis (compositore, cantautore, polistrumentista e arpista)

Vincenzo Zitello (arpista, compositore e polistrumentista)



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 15 ottobre 2018

Vanterrania: il suo album "Galaxies"


Giovanni Brancati, "alias" Vanterrania, diede inizio al proprio percorso artistico come chitarrista alla fine degli anni 80 collaborando con varie rock band.

La voglia di creare e sperimentare nuove sonorità ha portato Vanterrania alla creazione di diversi album: “Mysterious” ed “Electronix” entrambi del 2016. In questi album Vanterrania mette in mostra un uso dell’elettronica alquanto singolare, elettronica tanto contaminata dall’influenza di diversi stili musicali, ossia punk, rock ed industrial.

Vanterrania ha composto, suonato e prodotto l'album "Galaxies" grazie all’ausilio di sequencer, synth e chitarra. Nel proprio studio nel Catanese Giovanni Brancati inizia e conclude l'intero lavoro ed il 01 Settembre 2017 tale disco viene pubblicato e distribuito nei principali store digitali.

"Galaxies"

Release date: 1/09/2017

Genere: industrial, alternative rock, ambient, electro

Track list:

01) Space

02) Galaxies

03) Clouds

04) System

05) Fires

06) Dark Dreams (Remix)

07) The Fox

08) Carillon

09) Green

10) Wonderland

sabato 13 ottobre 2018

Stefano Pellegrino in radio dal 28 Settembre con “Body shop”




In radio e disponibile nei principali digital store dal 28 Settembre "Body shop" (Smilax Publishing), il singolo, scritto da Andrea Francesco Mezzi e Stefano Pellegrino, che segna l'esordio discografico del cantautore calabrese Stefano Pellegrino. La produzione è stata affidata a Gianni Testa e l' arrangiamento è a cura di Joe Santelli.

“Body Shop” cerca di equiparare il dolore emotivo a quello fisico che si prova alla fine di un rapporto relazionale o al rifiuto ricevuto da una persona. La frase contenuta nel brano “tagliami a pezzi” rappre­senta una richiesta che esprime la disperazione e il dolore che si vuole cercare di superare, il tutto su un beat violento ed internazionale.

Rigorosamente in bianco e nero, l’immagine di Stefano vuole restituire un’aria internazionale e allo stes­so tempo italiana, moderna, volgendo uno sguardo alla grande tradizione pop, perché “Black Wings”, EP di debutto, rappresenta una contraddizione e un paradosso: il bianco ed il nero, candido e oscuro,­sentimentale e ribelle, miscelato tutto insieme. Un viaggio che va dall’oscurità alla luce, dal peccato alla redenzione, perché tutti noi siamo angeli caduti, in qualche modo, con le nostre ali nere.

Maria Lampignani in radio dal 15 Ottobre con il nuovo singolo “Basterebbe”




In radio dal 15 Ottobre “Basterebbe”, il nuovo singolo di Maria Lampignani, un brano scritto da Luca Sala, dal testo molto profondo, reale, necessario per ogni singolo momento della vita di ognuno.
“È davvero spettacolare quanto un piccolo gesto o un semplice silenzio possa cambiare le cose” dice Maria parlando di –Basterebbe-. È davvero una canzone sulla quale riflettere... più l'ascolti, più diventa il motto della vita al di là di una semplice ballad. Quello che voglio trasmettere è esattamente tutto il testo della canzone così come lo canto, in modo che tutte quelle parole e situazioni, non vengano mai date per scontate. Spero solo di incidere questa canzone nella mente e nel cuore di chi l'ascolta come è successo a me”.

BIOGRAFIA

Comincia ad amare la musica fin da piccola, a 4 anni le regalano un microfono giocattolo e inizia a scoprire la sua più grande passione, il canto. Negli anni successivi sviluppa un interesse non solo per il canto, ma anche per la recitazione e la danza, esibendosi in varie recite scolastiche.  A 12 anni inizia a prendere lezioni di canto moderno. Nei quattro anni successivi si esibisce ai saggi di fine anno, e partecipa anche ai pre-casting per:“Io Canto”, “X Factor 9” e “X Factor 10”.
Nel dicembre 2015 canta per un'audizione dell' etichetta “Rosso al Tramonto”, dove viene poi ricontattata con esito positivo  iniziando il suo percorso.
A Luglio del 2016 partecipa al 19° Festival canoro “Voci D'oro”a Montecatini, classificandosi “semifinalista”, esibendosi poi a “Sanremo Doc” al Palafiori di Sanremo.
Nel dicembre 2017 partecipa a un Concerto Natalizio, realizzato in collaborazione con la Rosso al Tramonto: 2° Concorso Canoro Memorial “Io sto con Martina”.
Nell' aprile del 2018 dopo l'uscita del suo primo inedito “L'amore passa”, con video su YouTube e già distribuito in tutti i Digital Stores; inizia a fare interviste radiofoniche con le radio che accettano il suo brano.
Nei mesi successivi canta i suoi inediti in eventi di paesi vicino alla sua città natale, facendo conoscere la sua voce e la sua musica.
Oggi, continua a proseguire e ad approfondire gli studi di musica coltivando la sua passione, cercando di trasmettere alle persone le sue emozioni, dando speranza a chi come lei sta lottando per la realizzare un sogno.

venerdì 12 ottobre 2018

“Basta uno sguardo”, il nuovo singolo di Fabrizio Sanna in radio dal 12 Ottobre




Da Venerdì 12 Ottobre nelle radio italiane "Basta uno sguardo", il singolo che segna il ritorno del cantante sassarese Fabrizio Sanna, singolo scritto da Gabriele Oggiano, Fabio Vaccaro e Andrea Amati (autore  Warner per Francesco Renga, Nek, Emma, Annalisa, Alessandra Amoroso, Marco Carta) che anticipa l' Ep in uscita a Dicembre 2018. Realizzato interamente da Gabriele Oggiano al DGM Studio, con mix e Mastering sono stati affidati a Tommy Bianchi, il brano parla di un colpo di fulmine, un amore a prima vista, quell’istante che cambia le carte in tavola, che esplode e diventa amore o si spegne nel ricordo. "A volte basta un attimo e tutto cambia".
Dal 2014, Fabrizio ha un team di lavoro made in Sardegna e collabora con l’etichetta DGM STUDIO di Gabriele Oggiano con sede a Badesi (OT).


Biografia
Fabrizio Sanna (Sassari, 03 Settembre 1987) è un cantante, autore e compositore.
Inizia la sua formazione a soli sei anni all'interno di un coro di voci bianche; negli anni seguenti partecipa a numerosi stages didattici con esperti del settore (Peppe Vessicchio, Luca Pitteri, Fio Zanotti, Fabrizio Palma, Andrew Cliff, Grazia Di Michele).
Dal 2012 frequenta l'accademia “Professione Voce” a Roma con l'insegnante Gabriella Scalise e nel 2015 consegue il primo livello di tecnica vocale Voice Craft (CFP).
Dal 2014 insegna canto moderno.
Attualmente ha all'attivo 4 brani singoli, 1 Ep (Sogno – 2012) e 5 videoclip.
Ha ottenuto diversi riconoscimenti in festival nazionali:
2007 - “Una Voce per Sanremo”, classificandosi al 2°posto;
2011 - “Festival Estivo di Piombino” con il brano “Sogno di normalità” classificandosi al 2°posto;
2013 - “Festival di Castrocaro” (Rai 1), classificandosi al 3°posto con il brano “Distratto”;
2016 - “Premio Valentina Giovagnini”, classificandosi al 3°posto con il brano “Riconoscersi”;
2016 - Finalista al LigaRockPark Contest.

Apertura concerti artisti nazionali: Eugenio Finardi, Alexia, Antonino, Marco Ligabue.
Vanta anche alcune esperienze TV:
nel 2008 corista in “Non perdiamoci di vista” (Rai 3) di Paola Cortellesi;
nel 2008 finalista Bootcamp “X Factor Italia” (Rai 2);
nel 2015/2016 corista ad “Amici di Maria De Filippi” (Canale 5) nelle esibizioni con The Kolors, Elisa, Sergio Sylvestre e Alessandra Amoroso.

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *