CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Musica e Discografia

Cerca nel blog

domenica 10 dicembre 2017

L'americana alt-country di Tommaso Cuneo nel nuovo singolo Cordelia

L'americana alt-country di Tommaso Cuneo nel nuovo singolo Cordelia

Tommaso Cuneo, musicista e songwriter, pubblica il nuovo singolo Cordelia. Il brano dalle atmosfere pop/rock, presenta un suono e una scrittura vicina al genere americana alternative country, ispirandosi proprio ai maestri del genere come Wilco, Bob Dylan, Tom Petty, Band of Horses e altri.
Il brano, arrangiato con chitarre, basso, batteria, percussioni e organo elettrico, è stato prodotto e scritto da Tommaso Cuneo e missato da Marcello Daga. Cordelia (nome di fantasia, preso in prestito da un'opera Shakespeariana) è una ragazza che è descritta dall'autore, ma, la canzone è anche una riflessione su come gli incontri che facciamo nella vita possano farci decidere di cambiare o di farci rimanere come siamo, dunque l'incontro con l'altro ci aiuta a conoscerci meglio. Girato prima dell'estate 2017, il videoclip è opera del videomaker Lorenzo Lattanzi. 
La location principale è il Parco della Caffarella a Roma, area archeologica e naturalistica diventata parco solamente nel 2000. Il video si svolge principalmente nel parco e nella zona di Capannelle, oltre che sulla via Appia Nuova e sulla via Appia Antica. Nelle scene si alternano riprese di esterni con immagini dentro l'abitacolo di un'auto, per rendere l'atmosfera "on the road" tipica del rock.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nitro torna su una produzione di Salmo: il video di “Buio Omega”.


Oggi esce Buio omega, il primo passo ufficiale di Nitro dopo i due anni e mezzo di successi seguiti al suo secondo album Suicidol (Sony Music), con i video dei singoli che hanno superato complessivamente 30 milioni di visualizzazioni su YouTube, con le centinaia di sold out nei vari tour, la pubblicazione di cinque inediti nell'edizione speciale di Suicidol, Post Mortem (Sony Music), i dischi d'oro certificati dalla FIMI sia per l'album sia per vari singoli ecc. ecc. 

La produzione musicale di Buio Omega è firmata da Salmo, fondatore della crew di cui Nitro fa parte, Machete. Anche grazie a questa strumentale d'autore, Nitro dopo tempo che non pubblicava nuova musica, ha scelto di rifarsi vivo con tutta la sua veemenza per scuotere gli ascoltatori del rap italiano. 

Buio Omega è stato concepito come il trailer di un film con varie sfumature che Nitro ha tutto in testa… "no comment".


La Notte di Suburra, giovedì 14 dicembre Suburra official party all'Atlantico

La Notte di Suburra, giovedì 14 dicembre Suburra official party all'Atlantico

La Grande Onda, con il supporto di Netflix e Radio Rock, presenta La Notte di Suburra - Suburra official party all'Atlantico, il party ufficiale a ingresso gratuito con concerti, DJ set e gli attori della serie, per festeggiare il successo della prima stagione.

Si parte alle ore 21.30 con il live di Daniele Coccia Paifelman, già autore, cantante e fondatore de Il Muro del Canto, con il suo primo progetto solista appena pubblicato dal titolo "Il Cielo Di Sotto". 

Con lui la band in un live coinvolgente, dove le sonorità folk rock si uniscono alla poesia tradizionale. Sul palco con lui Eric Caldironi (chitarra), Alessandro 'Fisa' Marinelli (fisarmonica), Cristina Badaracco (voce), Leonardo Angelucci (chitarra e cori), Matteo Ercolani (basso) e Tommaso Guerrieri (batteria).

Alle ore 22.30 live di Piotta, con la band al completo. Non mancheranno chitarre distorte, bassi slappati e ritmiche ruvide, dal rap al rock: questa la colonna sonora che unisce il pubblico più giovane ai supporter della prima ora. 

Durante lo show successi di massa come "La Grande Onda" o "Supercafone", ma, anche momenti più riflessivi e impegnati come "Barbara", finalista al premio Amnesty 2016 e la struggente "7 Vizi Capitale", ormai celebre sigla ufficiale di Suburra - La Serie distribuita in ben 192 paesi. La band è formata da Marco La Fratta (chitarra), Davide "Pad" Palmisano (basso), Claudio Cicchetti (batteria) e MarvelMex (cori).

Saliranno sul palco come special guest assieme a Piotta, il rapper romano Amir, Grandi Numeri dei Cor Veleno per un omaggio al compianto Primo Brown, la giovane formazione reggae Inna Cantina, Marco Conidi dall'Orchestraccia, il talento delle rime Rancore e ospiti a sorpresa. Durante la serata è atteso -poi- parte del cast, per festeggiare la prima stagione di Suburra e rendere omaggio al successo di pubblico e critica della prima serie prodotta in Italia da Netlfix. 

Parteciperanno all'evento Amnesty International che durante la serata promuoverà la maratona write4rights, raccogliendo le firme per sostenere gli appelli e Ilaria Cucchi con l'Associazione Stefano Cucchi Onlus.

DJ set aftershow a cura di Radio Rock con Tatiana Fabbrizio (Non-DJ Selecta) e Yakuza (Italian Stail), che proporranno una speciale selezione ispirata alla colonna sonora della serie e le playlist scelte appositamente in radio dagli attori del cast.

Giovedì 14 dicembre
Ore 21
Atlantico
Viale dell'Oceano Atlantico, 271/D, Roma
Ingresso Libero
Infoline 065915727


Redazione del CorrieredelWeb.it

sabato 9 dicembre 2017

Una Parola Magica vince il 60° Zecchino d'Oro

Cartella Stampa
"Una parola magica" vince il 60° Zecchino d'Oro
 
Bologna, 09 dicembre 2017 - All'indomani di una prima serata celebrativa su Ra1 che ha ottenuto il 22,2% di share con 4.679.000 spettatori, dopo l'incontro del Piccolo Coro "Mariele Ventre" con Papa Francesco e con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, con 2milioni di visualizzazioni per i video delle canzoni e dei cartoni animati di questa edizione, il 60° Zecchino d'Oro è stato assegnato a "Una parola magica" (S. Rigamonti), cantata da Sara Calamelli, 9 anni, di Faenza (RA)

Al secondo e terzo posto si sono classificate rispettivamente "L'anisello Nunù"  (C. Spera), cantata da Nicole Marzaroli, 4 anni, di San Severino Marche (MC) e "Mediterraneamente"  (G. Ciabatta), cantata da Alessandro Gibilisco, 10 anni, di Ragusa.

Dopo una battaglia all'ultima nota, condotta da una strepitosa Francesca Fialdini affiancata da Gigi & Ross, l'ambito premio musicale è stato conferito da una giuria senza eguali: accanto a 20 bambini dai 8 ai 12 anni, hanno ascoltato e votato le canzoni in gara Carlo Conti, direttore artistico della trasmissione, Orietta Berti, Rocìo Muñoz Morales e l'immancabile Cristina D'Avena. Dalla giuria degli internauti invece, lo "Zecchino Social"non poteva che essere assegnato a "Sì, davvero mi piace!" (L. Saccol), cantata da Angelica Rita Lampis, 10 anni, di San Pietro in Casale (BO).

Numerosi poi gli ospiti che si sono susseguiti sul palco, a cominciare da quello che è stato il più acclamato ritorno del 60° Zecchino d'Oro, ovvero Topo Gigio, che mancava dalla trasmissione da una decina di anni. Cristina D'Avena si è esibita in due featuring tratti da "Duets", "Sailor Moon" con Chiara Galiazzo e "All'arrembaggio!" con Alessio Bernabei, mentre Sergio Sylvestre e Maria Iside Fiore hanno cantato rispettivamente "Happy Days" e "Scelgo… My choice", che ha rappresentato l'Italia all'ultimo Junior Eurovision Song Contest 2017. 

In studio anche gli attori del musical "Madagascar", i protagonisti di Maggie & Bianca -  la serie tv in onda su Rai Gulp e prodotta da Rainbow - e gli amici di "Casa Surace", che hanno regalato al pubblico di casa e del web una delle loro simpatiche clip.

Un ospite speciale anche per quanto riguarda la solidarietà, che da sempre accompagna lo Zecchino d'Oro: Chef Bruno Barbieri, in veste di testimonial di "Operazione Pane"

Barbieri – che è stato recentemente alla mensa "Padre Ernesto" dell'Antoniano di Bologna per toccare con mano i progetti dedicati alle persone in difficoltà e incontrare le 35 famiglie che ogni lunedì sera cenano presso la struttura –, si è fatto portavoce della campagna di raccolta fondi di Antoniano onlus, patrocinata da Rai Responsabilità Sociale e legata alla trasmissione televisiva, rivolta alle persone e ai nuclei familiari che vivono in povertà. 
"Operazione Pane" ha l'obiettivo di rafforzare l'esperienza avviata gli anni precedenti, supportando 16 mense francescane in Italia nell'erogazione quotidiana dei pasti e nelle successive attività di reinserimento per gli ospiti. 

Attraverso una donazione con SMS solidale al numero 45511, attivo fino all'11 dicembre, sarà possibile sostenere la rete di mense, donando un pasto a chi non ce l'ha. In chiusura di trasmissione è stata raggiunta la quota di 170.000 pasti donati.

 
  
CREDITSFoto ufficiali: Michela Zucchini
Abiti e calzature Piccolo Coro e interpreti: Mi.Mi.Sol by Imelde Bronzieri Designer
Abiti Sabrina Simoni: Siste's s.p.a.



PREMONIZIONE: IL NUOVO SINGOLO DI KIATIO




Premonizione è il nuovo singolo di KIATIO, al secolo Alex Calzolari, cantautore di Reggiolo con all’attivo due album in studio: «Mondo di notte»« (2012) e «Ossessioni e dintorni» (2015) entrambi registrati allo studio Funklab di Luzzara (RE) con la collaborazione del produttore Alberto Benati.
Il terzo EP, da cui è estratto questo singolo già in rotazione radiofonica, è tutt’ora in fase di realizzazione, ma uscirà sicuramente nel prossimo 2018 con il titolo «Spezzate Vesta Dell’Angoscia».
Definire “canzoni” quelle di KIATIO può sembrare riduttivo perché qui, si ha a che fare con la poesia, ma soprattutto con quell’approccio alla scrittura vicinissimo a Le Orme, dove la scelta delle parole, grazie allo loro carica suggestiva, convogliano immagini perfettamente incastrate in sonorità dilatate tipicamente Prog.
Come un vate del suo tempo, a suon di rock, KIATIO vuole in qualche modo confessare ciò che sente, frutto di ciò che vede intorno e di una realtà che andrebbe opacizzata con i sogni e che invece, compare in tutta la sua nuda e triste trasparenza: Danza la nube grigia, nello sguardo di chi va, E’ la Sonata grigia senza tempo e senza età. Se il sound è un rock, a certi tratti anche aggressivo, a farci librare ecco che, nella frase seguente subentra il sogno: Aria vola per l’eternità, ci accarezzerà in un sospiro di libertà; ma il sogno è fugace e la realtà ritorna più dura che mai:
Vento di soprassalto, Piove su questo vetro inverno scuro e tanto tetro: Premonizione apparizione devastazione. Ciò che KIATIO vede ha il volto della Premonizione, ma dietro questo volto, si nasconde il presente che tutti noi calpestiamo e viviamo: non c’è scampo, tanto vale disilludersi e mettersi in pace con se stessi: Desolazione e nebbia Stanno già volando via, Crude visioni ad occhi aperti, future tristi ma confuse. Se la crudezza di questa realtà, spiegata attraverso parole che sopraggiungono una dietro l’altra in un ritmo carico d’ansia, l’ultima frase, E’ già sera, si accende la bianca candela, cambia improvvisamente la ritmica e il cantato si fa magicamente armonioso: è il tempo in cui il crepuscolo nasconde tutto questo dolore, lasciando di nuovo lo spazio ai sogni, lo spazio al confine tra realtà e fantasia, l’unica difesa che ci è rimasta.

Premonizione è un viaggio onirico, al confine con il surrealismo, in una trama che si aggroviglia tra musica e immagini sbiadite, parole autentiche e talvolta crude che si frappongo a figure immaginifiche, come quella dell’unicorno nel ruscello e della strega, con un richiamo fiabesco che sembra riallacciare il filo con “Storia o Leggenda” de Le Orme. Perché il sogno non è mai stato così reale: così carico di noi e della nostra personalità la quale, nell’universo del subconscio, è capace di svelare tutta la sua più profonda verità. Insomma, se per il momento è solo una Premonizione, dato che il nuovo album di KIATIO «Spezzate Vesta Dell’Angoscia», non è ancora uscito, ma questo singolo preannuncia già un lavoro carico di originalità e di sperimentazione poetica.
Sonia Bellin

Martedi 12 dicembre 2017 Enotema Brescia presenta SULTAN OF SWING Con Maurizio Murdocca e Marco Pezzotta


Martedi 12 dicembre 2017
Enotema 
Via delle Battaglie, 69
Brescia 
presenta 
SULTAN OF SWING
Con Maurizio Murdocca e Marco Pezzotta




Durante la serata si alterneranno  ballate  pop melodiche  a classici del rock e spazia dai  Rolling Stones ai Greenday passando per David Bowie e Dire Straits. Inoltre, grazie alla presenza delle percussioni e in particolare dei Tabla, il duo si concede qualche improvvisazioni su ritmiche Funky.
Marco Pezzotta, studia inizialmente chitarra moderna  con i maestri Fabio La Rosa e  Alfredo Cancellieri e successivamente chitarra classica. Consegue la “Licenza di Solfeggio” presso il Conservatorio “L. Marenzio” di Brescia sostiene gli esami di strumento presso il conservatorio “Vecchi-Tonelli” di Modena. 
Perfeziona gli studi classici con il Maestro Giulio Tampalini. 
Si esibisce alla chitarra elettrica, a partire da metà anni  ’90, con varie band pop e rock fra le quali “Dual Band”, “Beijaflor” e “Isaia & l’orchestra di Radio Clochard”.
Ha collaborato con le attrici Gabriella Tanfoglio, Valentina Pescara, Irene Lonati e dal 2014 collabora con la compagnia teatrale “Linkastro”  accompagnando con la chitarra classica le letture dell’attrice Deborah Prati nello spettacolo “Preludi dal cuore”.
Membro dell’associazione “Diffusione Arte” insieme a Isaia Mori, Antonio D’Alessandro e Andrea Casarotto, è organizzatore della manifestazione “1000 Chitarre in piazza”.
Attualmente insegna chitarra classica presso la scuola “Giovanni Paolo Maggini” di Brescia.
Maurizio Murdocca è un percussionista esperto suonatore di Tabla Indiane. Suona i Tabla dal 1998 con il famoso Maestro Shanka Chatterji di Calcutta seguendo i Workshop in Italia. Successivamente incontrò il maestro P.V. Nandasiri rappresentante della tradizione del Delhi Gharana, uno stile classico del nord dell’India, diventando uno dei principali rappresentanti di questo strumento in Italia. 
Attualmente prosegue lo studio dei Tabla a Varanasi in India con il maestro Rajaneesh Tiwari, discepolo del riconosciuto Maestro di Tabla Pandit Choote Lal Mishra.
Maurizio collabora in diversi progetti di musica classica, semiclassica e devozionale indiana, inoltre suona con gruppi di musica etnica, latina e spazia tra compositori italiani ed internazionali. L‘intento è quello di diffondere, attraverso l’incantesimo dei ritmi indiani, l’arte musicale, spirituale e letteraria della cultura indiana.
Inizio concerto ore 21.00
Ingresso libero
Per informazioni 
333 139 7601

Martedi 12 dicembre 2017 a La Movida NPU NO PROHIBITION UNIT ROBERTO “ZIZZI” ZANETTI 4ET

Martedi 12 dicembre 2017
La Movida 
Steakhouse, Live Music & Restaurant
Via Giuseppe Mazzini, 59 Rezzato (BS)
presenta 
in collaborazione con 
Jazz Team Brescia
dalle 21.30 
NPU
NO PROHIBITION UNIT
 ROBERTO “ZIZZI” ZANETTI 4ET

NPU_No Prohibition Unit è il nuovo album del Roberto “Zizzi” Zanetti 4tet. Un’escursione nelle atmosfere jazz dei ruggenti anni ’20 americani per commemorare i grandi artisti che, in quel periodo, furono in grado di sfidare gravi problemi socio-economici in nome della musica. È proprio a loro che l’autore Roberto Zanetti dedica questo album:  non nella superba – e impossibile – pretesa di riprodurre il fascino degli “anni ruggenti”, ma nell’ammirato tentativo di instillare qualche goccia di quello spirito in una composizione contemporanea.  Collaborano al progetto, al fianco del leader Roberto “Zizzi” Zanetti (pianoforte), Valerio Pontrandolfo (sax), Luca Pisani (contrabbasso) e Massimo Chiarella (batteria)

Roberto Zanetti
Il suo percorso professionale è connotato dalla costruttiva coesistenza delle culture classica e jazz, dalle quali scaturisce ora una contrastante corrispondenza ed ora una pacifica discordanza. Si diploma infatti in Musica Corale e Direzione di Coro e si appassiona presto al background musicale afroamericano, che approfondisce con un assiduo studio delle sonorità jazz presso la Scuola Civica di Milano e diversi corsi specializzati in Italia e all’estero. Oltre che performer e compositore, Roberto è un appassionato insegnante dedito al trasferimento della memoria storica a giovani musicisti.  

Valerio Pontrandolfo
Originario di Potenza e Bolognese di adozione, muove i primi passi sotto la guida dei Maestri Piero Odirici e Carlo Atti; deve però la sua passione per il jazz all’incontro col chitarrista Emanuele Basentini. Dopo il diploma in Musica Jazz conseguito presso il conservatorio Martini di Bologna, studia privatamente con Steve Grossman e George Coleman. Ha all’attivo diversi album e svolge oggi la sua attività concertistica in vari club, teatri e rassegne. Sul palco collabora con musicisti di fama internazionale quali Harold Mabern Jr, Alvin Queen, Bobby Durham, John Webber e Tom Kirkpatrick.

Luca Pisani
Inizia il suo cammino musicale venti anni fa, dove studia solfeggio e basso elettrico con il chitarrista Claudio Olimpio. Ha sviluppato la sua solida conoscenza dell’armonia, l’intimità con il repertorio jazz e una forte simbiosi con il contrabbasso frequentando assiduamente i seminari di Barry Harris e studiando con musicisti del calibro di Rufus Reid, Buster Williams, Tardo Hammer e Frans Elsen. L’incontaminato amore per la tradizione e l’instancabile ricerca di perfezionamento lo hanno reso un raffinato ed stimato musicista, la cui collaborazione è richiesta a livello internazionale.

Massimo Chiarella
Muove i primi passi sostanzialmente da autodidatta, e ciò non lo ostacola affatto nel diventare uno dei batteristi più talentuosi e sorprendenti del panorama jazz italiano. Approfondisce la conoscenza della musica e del suo strumento attraverso l’ascolto attendo dei grandi maestri del jazz. Ha all’attivo numerose collaborazioni concertistiche e discografiche con musicisti italiani e stranieri: fra gli altri, menzioniamo Pietro e Marcello Tonolo, Massimo Urbani
possibilità di cena a la carte o menu speciali Band 
info e  prenotazioni
030 27 92 572
Follow us:
Facebook:https://www.facebook.com/lamovidabrescia/
Instagram: https://www.instagram.com/lamovida_brescia/

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *