CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Musica e Discografia

Cerca nel blog

venerdì 19 aprile 2019

'Panico' segna il ritorno di Sklero Man e del suo rap underground . Esce il video.




"Panico" è il primo estratto dal nuovo album di Sklero Man, rapper underground piemontese. La produzione musicale è opera di C-Lance - artista di Boston già al lavoro per rapper come Vinnie Paz, ILL BILL, Jedi Mind Tricks, Madchild, Swollen Members e AOTP – che ha reso attuale l'impronta classica del beat creando un ponte tra passato e presente. 

"Il testo di 'Panico' – racconta Sklero Man - è stato il primo che ho prodotto per questo nuovo album. È scritto di getto, quasi senza pensarci, senza rileggerlo, senza correzioni: crudo e di pancia come un freestyle. Prende spunto da ciò che mi circonda e da quello che mi ha formato (film, documentari, dischi rap hardcore). Un pezzo che per me rappresenta un allarme, una sirena che suona per segnalare il mio ritorno sulla traccia con un nuovo progetto". 

Il campionamento vocale all'inizio del brano è tratto da un documentario/intervista a Richard Kuklinski detto "The Ice Man", uno dei più crudeli e noti serial killer statunitensi. "Nel testo – continua il rapper - dico 'caricatore pieno, sparo liriche a nastro', chiamo 'cartucce' le mie rime e parole, e ci sono altri versi come 'il nome resta inciso sulla lama di un rasoio' o 'ti porto il veleno'. Da tutti questi e altri riferimenti nasce il parallelo con il killer, e in particolare Kuklinski". 

"Panico" è uno sfogo, un pezzo costituito da una serie di punchline, e suona come un colpo sparato contro chi sa solo dar fiato alla bocca e non agisce. Il brano è un biglietto da visita di un nuovo percorso e arriva dopo qualche anno dall'uscita degli ultimi singoli di Sklero Man. Il video è diretto da Mattia Biancardi.

Rosa Chemical e l’ambiguità sessuale della trap...




"Scolapasta" è il nuovo singolo di Rosa Chemical, italiano di origine russa. Il brano esce oggi su YouTube e arriva poco dopo che l'artista classe 1998 ha pubblicato in digitale l'EP "Okay Okay !!" che, da indipendente, ha già superata 60mila play su Spotify.

Rosa Chemical lavora nella moda e, come si vede nel video, è appassionato di fetish e arte. A parte le sue pose e i vestiti che indossa (disegnati da Blssnd e creati da Matteo Carlomusto), la principale ispirazione del pezzo è la storia della Vestale Tuccia e come l'ha raffigurata Mantegna in un celebre dipinto: il gesto di questa di raccogliere l'acqua con un setaccio per provare la sua innocenza dopo l'accusa di aver violato il voto di castità, è stato lo spunto di partenza per scrivere il pezzo. Ma dietro ogni frame del video c'è un riferimento preciso che si sposa con il testo e l'immaginario della canzone, come quando, tra i quadri appesi alla parete, si vede la copertina capovolta di "The Solar Anus" di Georges Bataille… 

Sulla produzione musicale di Greg Willen, piena di campionamenti di oggetti comuni - come il suono di una collana o quello di un microfono messo di fronte a una cassa -, Rosa Chemical quasi sussurra per rendere ancora meglio l'atmosfera sensuale del pezzo, sempre con un tono dissacrante e ironico che dà una percezione di ambiguità

Il brano esce per l'etichetta italo-russa Nie Nie Entertaiment.

PNL da record: Deux frères entra nella storia! Battuti tutti i record in Francia.





Esce oggi anche in Italia in versione fisica per QLF Records, "Deux Frères", il nuovo album dei parigini PNL che, nella prima settimana di uscita, ha venduto oltre 110.000 copie, raggiungendo la certificazione Disco di Platino cinque giorni. Si tratta del miglior debutto di un disco rap in Francia, che vanta una scena urban seconda per importanza solo a quella degli Stati Uniti. 

Anticipato dal video del singolo "Au DD" - girato sulla vetta più alta della Tour Eiffel e che, in meno di un mese, ha superato 60 milioni di visualizzazioni su YouTube -, "Deux Frères" sta spopolando anche sulle piattaforme digitali: se su Spotify il 5 aprile è stato l'album più ascoltato in tutto il mondo, su Deezer ha raggiunto la prima posizione della classifica internazionale. 

Dal giorno di uscita, la copertina di "Deux Frères" è visibile ovunque nelle città francesi grazie a una campagna promozionale che, oltre ai soliti spazi, ha coinvolto le macchine di Uber - in cui si può ascoltare il disco durante una corsa gratuita - le stazioni ferroviarie e della metropolitana, i centri commerciali e, a Parigi, anche un pullman scoperto che ha sfilato sugli Champs-Élysées con a bordo i due artisti, Ademo e N.O.S 

PNL è un gruppo che, sin dagli esordi, ha fatto parlare di sé grazie a uno stile unico, ai testi diretti, ai video cinematografici e alle loro scelte non proprio comuni… 

PNL
"Due Fratelli"


Che sia in termini d'impronta musicale, di riuscita commerciale o di impatto culturale, il duo PNL è riuscito a ottenere lo status di icona in appena 3 anni, realizzando così un percorso tanto folgorante quanto singolare. Evolvendosi in totale indipendenza, rifiutando le interviste e le collaborazioni i due fratelli della difficile banlieue Les Tarterêts si sono ritagliati una propria identità nel panorama musicale francese, affascinando anche al di là dei confini.

Indotti presto a spacciare per provvedere ai loro bisogni e a quelli della loro famiglia, Tarik (Ademo) e Nabil (N.O.S) decidono insieme di investire i soldi provenienti dalla droga per finanziare la loro impresa musicale. Nasce così il gruppo PNL (Peace & Lovés) che pubblica il primo singolo, "Que La Famille", nel marzo del 2015. Là dove il rap e la società nel suo insieme celebrano comunemente i soldi facili e il tenore di vita che ne deriva, la musica dei PNL propone un nuovo punto di vista, consegnando una visione tragica e malinconica della vita da spacciatore, specialmente per la sofferenza spirituale che genera: condannati dal loro ambiente a tradire i loro principi morali, il crimine è dipinto come un male necessario per rispondere a un imperativo morale superiore: assicurare la protezione e il benessere dei propri cari. 

"J'ai beau poser le front sur le sol igo j'm'endette /
Donne-moi des ailes pour que j'm'envole /
J'regarde le ciel cloué au sol /
Aaa-a, on n'dira pas qu'on a mal /
Ounga ounga, on cherche le bonheur où c'est sale"

[Amico, anche se poso la fronte al suolo, mi indebito comunque /
Dammi delle ali per farmi volare via /
Guardo il cielo inchiodato al suolo /
Aaa-a, non diremo che soffriamo /
Ounga unga, cerchiamo la felicità dove c'è lo sporco]
"Recherche du bonheur", QLF, 2015

Musicalmente, il loro percorso artistico si caratterizza con flow molto melodici, cantati, su dei beat generalmente lenti ed epurati che valgono loro l'etichetta di "cloud rap". Il duo si distingue anche per una strategia comunicativa fuori dagli schemi: rifiutando categoricamente ogni tipo di intervista o di apparizione mediatica, PNL comunica con il proprio pubblico quasi unicamente attraverso i social network. A dimostrazione dell'importanza che il gruppo attribuisce a valori come indipendenza, controllo sulla musica e sulla loro immagine. Sono loro in prima persona, infatti, a caricare i video su YouTube, a gestire le loro pagine social, affidandosi a un solo partner esterno - Musicast - che consente loro di pubblicare fiscalmente e digitalmente i loro brani.

Forti dell'interesse suscitato dal primo progetto, nell'ottobre 2015, PNL pubblicano il loro primo album, intitolato "Le Monde Chico". Trainato dalla hit "Le Monde Ou Rien", con un video molto chiacchierata ambientato a Napoli, alle vele di Scampia, il progetto riscontrerà un successo commerciale importante e, nella settimana dell'uscita, si classificherà al secondo posto della classifica delle vendite in Francia.

Dal punto di vista musicale, i PNL continuano ad affinare il loro obiettivo, in particolare per quanto riguarda la cura vocale, e sviluppano l'universo "cloud" inaugurato sul progetto precedente. I valori e le tematiche affrontate seguono la linea del primo lavoro: la dualità tra Bene e Male, tra aspirazioni spirituali e imperativi temporali, una sete viscerale di rivincita e conquista di fronte a un mondo iniquo e indifferente. Ci sono anche sempre più riferimenti alla cultura pop degli anni '80 e '90 ("Scarface", "Il libro della giungla", "Il Re Leone", "Dragon Ball Z", "GTO") che permettono al duo di trasmettere la loro esperienza personale attraverso questi forti richiami ancorati nell'immaginario di un'intera generazione. La promozione di "Le Monde Chico" si accompagna a mosse strategiche che mostrano la creatività del duo e la sua capacità di attirare l'attenzione senza mai svelarsi. É così che manderanno una scimmia al loro posto nella trasmissione "Planète rap" a loro dedicata su Radio Skyrock o ancora otterranno la copertina della rivista americana "The Fader" senza concedere la minima intervista.

Il 2016 per il gruppo sarà l'anno della consacrazione. Dopo aver fondato una loro società di edizioni musicali (QLF Publishing) e una di brand (QLF brands), il 16 settembre i PNL pubblicano il loro secondo lavoro, "Dans La Légende". Diventerà il primo album francese indipendente certificato disco di diamante (più di 500.000 copie vendute).

"Dans La Légende" conferma il respiro internazionale del gruppo, che si classificherà nella Top 100 di vari Paesi d'Europa. Il gruppo, inoltre, inaugura un format, una mini-serie composta da quattro cortometraggi che illustreranno altrettanti estratti dall'album ("Naha", "Onizuka", "Bene" e "Jusqu'au Dernier Gramme"). Pubblicati su YouTube, i quattro cortometraggi, in cui i due fratelli non sono presenti, ottengono un successo incredibile, con numeri record per ciascun episodio, rendendo gli attori (tutti amatoriali e vicini al gruppo) dei personaggi con centinaia di migliaia di follower sui social. Malgrado abbiano ottenuto lo status di icone e siano corteggiati dal mondo della moda e del lusso, i PNL declinano gli inviti alle sfilate di Chanel e Dior, dimostrando che i valori a cui tengono (indipendenza, autenticità) sono reali e non apparenza. Dopo aver affisso in tutta Parigi dei manifesti per la presunta scomparsa di un personaggio della loro serie con un numero di telefono da chiamare, il gruppo conserva i numeri di tutte le chiamate (circa 500.000) e annuncia, qualche mese più tardi, la propria tournée con un sms inviato a questi stessi numeri. La gestione del progetto si chiude con un invito al Coachella Festival, compromesso dal passato carcerario di uno dei due fratelli, e con una tournée stellare attraverso la Francia che terminerà con due date sold out all'Arena di Bercy.

Dopo il grande successo di "Dans La Légende", il gruppo si fa volontariamente da parte per preparare il seguito e conservare l'aura di mistero e originalità che lo contraddistingue. Ma la popolarità di PNL non smette di crescere: citati da Virgil Abloh, incensati da Lyor Cohen in occasione di un'intervista per "Breakfast Club", invitati al Festival di Cannes per l'anteprima di "Le Monde Est À Toi" di Romain Gavras, film che riprende l'universo e l'estetica del gruppo, i due fratelli sono diventati quanto mai simboli della cultura pop. 

A giugno 2018 il gruppo decide di tornare con il video di "À l'ammoniaque", che illustra tanto il cammino percorso dopo "Dans La Légende" quanto le ambizioni e la direzione prese dal gruppo per il suo nuovo percorso musicale. Trainato da un video onirico magistrale, "À l'ammoniaque" segna una nuova tappa nella carriera del duo. A di là di una resa visiva sontuosa al livello delle grandi produzioni internazionali, il video mette in scena il cambiamento di status dei due fratelli. Non più gli spacciatori carismatici di "Monde ou rien" ma, per la prima volta, i due appaiono ormai nella loro nuova veste di icone della cultura pop. 

Questo stesso cambiamento si ritrova sul piano musicale: più introspettivi, i codici e l'universo del duo sono sublimati in un sound ibrido, né urban né chanson française. Il gruppo dimostra che PNL non è solo un "suono" o una "ricetta", ma un modo di essere e di evolversi riportando tutte le esperienze vissute e il cambiamento in musica autentica. Il secondo estratto, "91's", pezzo funk che rivisita la Miami degli anni '80 cara al gruppo, ne è un esempio perfetto.  

In attesa del loro nuovo album, a marzo 2019 PNL svela lo straordinario video del terzo estratto, "Au DD". Dominando dalla cima della Tour Eiffel una Parigi avvolta da un'aura da Gotham City, i due fratelli contemplano i loro traguardi senza per questo dimenticare il loro passato e l'edificio che li ha visti crescere. Inno elettrico di questa zona grigia tra strada e successo, il pezzo risuona come una consacrazione e allo stesso tempo come un rifiuto dei traguardi raggiunti:

"J'suis ni d'chez moi, ni d'chez vous"

[Non sono né a casa mia né a casa vostra]
"Au DD", Deux Frères, 2019

I due fratelli appaiono più nostalgici seduti in cima alla Tour Eiffel rispetto a quando la contemplano da lontano sul tetto del proprio palazzo. Espulsi dal proprio passato per via di questo successo, per loro al momento è impossibile sentirsi a casa in cima a un mondo superficiale. PNL apre così un arco narrativo che non esplora più la giungla ma il deserto, questo non-luogo estraneo tra anonimato e successo, chiuso tra due mondi inconciliabili dove loro non hanno davvero un posto. 


Side Baby pubblica oggi l’album “Arturo” e apre la Side House ...



[Foto di Paolo Ciriello]

Esce oggi per Island Records / Universal Music, in versione digitale e fisica, "Arturo", il primo album solista di Side Baby. Il disco è composto da 11 tracce, con nove produzioni musicali firmate The Night Skinny e due da Sick Luke. I featuring sono due, entrambi di valore: Luchè e Guè Pequeno.

"Arturo" è un album che segna una rinascita, la chiusura con il passato e il coraggio di un nuovo inizio. La sequenza dei brani accompagna l'ascoltatore in un viaggio nel mondo personale di Side Baby che, tramite la musica, ha compiuto un percorso introspettivo, frutto di un'evoluzione avvenuta in questo ultimo anno. Nato da un periodo buio, il disco fa emergere il carattere di un giovane artista che non si nasconde dietro mezze verità, anzi. Side Baby, infatti, mettendosi in gioco ha trovato un equilibrio tra le pose della trap e un'intimità in cui molti ascoltatori si identificheranno perché, con naturalezza, racconta una quotidianità fatta di insicurezze di cui prende coscienza e ferite a cui reagisce.

Arturo Bruni - in arte Side Baby - nasce a Roma il 13 settembre 1994. Figlio d'arte, acquisisce la propensione allo storytelling da suo padre Francesco Bruni, sceneggiatore e regista cinematografico, e dalla madre Raffaella Lebboroni, nota attrice che ha contribuito alla traccia di chiusura del disco. Arturo si fa notare fin da giovanissimo per i suoi versi d'impatto e, nel 2014, diventa socio fondatore della Dark Polo Gang, i cui brani scalano le classifiche FIMI e riscrivono le regole della trap italiana. A soli 24 anni Arturo ha già collezionato numerosi riconoscimenti, dischi d'oro e di platino e, nel giugno del 2018, dopo un difficile periodo personale, ufficializza l'inizio del suo progetto solista con un live sold out a Milano. "Arturo" è un disco in cui la scrittura trap diventa anche conscious e si confronta con una musicalità che non punta semplicemente su suoni duri e oscuri...

In occasione dell'uscita del disco, a Milano apre oggi al pubblico la Side House, uno spazio nel cuore della zona Navigli articolato in 3 diverse aree adibite rispettivamente a temporary shop, spazio eventi e una vera e propria casa in cui l'artista vivrà per tutto il periodo dell'evento. Oggi e domani la Side House sarà un luogo di incontro, passaggio, acquisto, party, concerti, listening session e discussione. 

TRACKLIST
01 Freddo (feat. Luchè)
02 Ghiaccio
03 Jappone
04 Lei dice
05 Frecciarossa (feat. Guè Pequeno)
06 Mostro
07 Non ci sei tu
08 RIP
09 XSempre
10 Plutone
11 Arturo




--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 18 aprile 2019

Raesta: fuori il nuovo singolo “Vienna”

Già da diverso tempo è stato lanciato il progetto musicale che porta il nome di Raesta. Ora esce il nuovo inedito dal titolo "Vienna". Il pezzo più completo di un artista che si sta facendo notare per l’originalità, freschezza e energia oltre che per un songwriting e produzione sonora entrambi di buon livello.

“Vienna” offre una raffinata sezione ritmica, con synth e campioni alternati a chitarre magnetiche.

Il brano vede la produzione di Andrea Allocca. Quello che Raesta propone con questo singolo è un elettropop che sembra tendere verso il dream pop con sonorità alquanto luminose che abbracciano letteralmente l’ascoltatore.


Il singolo è presente su Youtube con un video.

Credits:

Idea e Script: Stefano Resta
Regia e D.O.P.: RKH Studio
Produzione esecutiva: Roberto Chetti
Attori: Linda Villano, Luca Lagorio

Raesta evidenzia la volontà di ricerca di sonorità internazionali, con un formato ed un songwriting che lo allontanano dall’alternative rock per avvicinarlo all’elettropop.

mercoledì 17 aprile 2019

Raffy da Venerdi 5 Aprile in radio il singolo “Raffy Di Modena”



Dopo l'ottimo risultato in radio e in classifica emergenti con il brano “Dimenticare a memoria”,prodotto da Luca Venturi, la giovane cantautrice, Raffy da venerdì 5 aprile è in radio e su tutte le piattaforme streaming e di digital download con "RAFFY DI MODENA".
Il brano è stato scritto dall’artista e da Costi Ionita (multi platinum, Billboard hot 100 producer, Grammy nominated), che ha composto la musica.
Così Raffy descrive il brano: «“Raffy Di Modena” è la canzone che mi descrive più di tutte perché ho raccontato la vera storia della mia vita. Iniziando a scrivere, mi sono ricordata la mia infanzia e la mia adolescenza, di quando venivo bullizzata dai ragazzini, dai professori, da tutte le persone che si sono approfittate di me e, soprattutto, da quelle persone che mi hanno fatta soffrire così tanto da prendersi un pezzo di me.  Tuttavia grazie al canto e alla composizione ho reagito e ora vorrei far vedere a tutti chi è la vera Raffy perché non importa come sei fuori ma chi sei dentro, vorrei che le persone si ritrovassero nella mia musica, che la cattiveria e l’invidia sparissero  e che le persone iniziassero ad amarsi per quello che sono. Purtroppo se noi non ci amiamo mai nessuno lo farà al nostro posto».

Il videoclip del brano, diretto da Alex Ceausu, è stato girato a Bucarest.

Biografia
Raffy (Raffaella Maria Senese) nasce il 14 settembre 2000 a Mirandola (Mo), da madre romena e padre italiano. All’età di 7 anni inizia a cantare ma i suoi studi musicali iniziano nel 2013 presso l'Accademia musicale di Modena. Più tardi frequenta il Trinity College di Londra.
Raffy, al fine di superare la sua timidezza e la sua grande sensibilità, si affida e trova rifugio nella musica e nel canto, emozionando e coinvolgendo il pubblico che la ascolta.
Partecipa sia in Italia sia in Romania a parecchi talent, tra i quali A Voice for music a Roma, dove conosce il produttore discografico Luca Venturi della On the set, suo attuale Manager, che produce il suo primo singolo in italiano ”Dimenticare a memoria”. In seguito pubblica, “Jarna” feat. Connect-r, noto rapper del panorama musicale romeno. Raffy, ama Rihanna e Beyonce, e il suo slogan è “do not give a limit to your dreams”.
Raffy attualmente sta ultimando le registrazioni del suo primo album.

martedì 9 aprile 2019

Dopo il Festival di Sanremo i Deschema portano il “Made In Italy” nel mondo



I Deschema stanno facendo il giro del mondo con il "SANREMO GIOVANI WORLD TOUR" per promuovere la cultura e la lingua italiana e sostenere l'industria creativa dell'Italia

Dopo essersi classificati nei primi 3 posti a 'Sanremo Giovani' con il brano "Cristallo", guadagnandosi di diritto la partecipazione al tour mondiale, e dopo aver calcato il palco dell'Ariston con Claudio Baglioni nella serata finale del Festival 2019, la band Deschema è ufficialmente partita per il giro dei 5 continenti e si è esibita nella prima tappa in Africa il 31 marzo per poi affermare entusiasta sui social: "Grazie Tunisi, ieri sera è stato bellissimo! Adesso ci aspettano 12 ore di volo per Tokyo!".

Già, perché i live proseguono incalzanti e la prossima data è in Giappone il 3 aprile, per poi volare a Sydney il 6, Buenos Aires il 9 e Toronto il 12, prima di rientrare in Europa con le date di Barcellona e Bruxelles, rispettivamente il 15 e il 16 aprile.

I Deschema sono seguiti in tour da Maurizio Caridi e Roberto D’Onofrio, quest'ultimo brand manager di Lexmedia, agenzia che si occupa della comunicazione del gruppo e che si è già occupata della campagna di comunicazione di area Sanremo Tim.
Deschema: "Siamo veramente orgogliosi di portare la musica italiana nel mondo! È un’esperienza che non capita tutti i giorni a Giovani artisti e la vogliamo vivere al meglio! La prima tappa a Tunisi è stata un successo: di pubblico ma sopratutto di calore e di entusiasmo indescrivibili. Ma La cosa più bella è la sintonia che è subito nata con gli altri artisti, con i quali ci siamo trovati subito benissimo! Ci auguriamo che sarà così anche nelle prossime date".

La tournée organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, promossa in collaborazione con la Direzione Comunicazione RAI, porta i finalisti di 'Sanremo Giovani' Deschema, Einar, La Rua, Federica Abbate, Nyvinne e Mahmood (che sarà presente solo in alcune tappe) a fare il giro del mondo tra Africa, Asia, Oceania, Americhe ed Europa, offrendo loro un'opportunità incredibile di esperienza e visibilità, nonché generando un'immagine al mondo di un "Made In Italy" giovane, creativo e dinamico, promuovendo la cultura e la lingua italiana a sostegno dell'economia creativa del nostro Paese.

L'iniziativa si inserisce nel programma di promozione della Farnesina "Vivere all'italiana", che dal 2017 coniuga, in una logica di sistema, le diverse componenti della promozione economica, culturale e scientifica dell'Italia nel mondo.

La band toscana Deschema formata dal cantante e tastierista Gianluca Polvere, dai chitarristi Nicola Facco e Giulio Cappelli, dal bassista Emilio Goracci e dal batterista Massimiliano Manetti, sta preparando il nuovo album di prossima uscita, nella cui musica non mancheranno le emozioni che questo tour mondiale regalerà loro.

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *